Agnello di Dio Buttazzo - Animazione Liturgica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CANTI LITURGICI > AGNELLO DI DIO

Agnello di Dio - Buttazzo: Il Testo


Agnello di Dio
(Buttazzo)

Agnello, Agnello di Dio,
che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi, abbi pietà di noi.

Agnello, Agnello di Dio,
che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi, abbi pietà di noi.

Agnello, Agnello di Dio,
che togli i peccati, che togli i peccati del mondo,
dona a noi la pace, dona a noi la pace.

Ecco l'Agnello di Dio che togli i peccati del mondo.

Si tratta del testo rituale che accompagna la frazione del pane. Il cosiddetto Agnus Dei, parla del sacrificio dell'Agnello, (cioè Gesù) che toglie i peccati del mondo per salvare l'intera umanità.

L'agnello di Dio ci prepara dunque alla comunione, all'incontro con Dio. E' un momento particolarmente significativo eppure sarà per la sua collocazione all'interno della celebrazione subito dopo lo scambio della pace, ma si ha l'impressione che non venga compreso appieno.
Cosa fare dunque per dargli il suo giusto valore?

Intanto l'Agnus Dei ovvero l'Agnello di Dio andrebbe sempre cantato, altrimenti va bene la forma parlata purchè ad alta voce,  e poi occorre non distrarsi e interiorizzare il gesto dello spezzare del pane che Gesù fece durante l'ultima cena.

Raccomandazioni particolari non c'è ne sono vista la forma semplice di questo canto. Vogliamo comunque darvi qualche consiglio in merito alla sua interpretazione. Due sono i punti che ci sembrano meritevoli di attenzione. Il primo è quello di realizzare un crescendo di intensità durante le invocazioni "abbi pietà di noi".
Il secondo consiglio che diamo riguarda la parte finale del canto e cioè il punto in cui cantiamo "dona a noi la pace", su questa frase oltre a rallentare il tempo di una piccola quantità della misura, occorre chiudere con la massima tranquillità e dolcezza.

Il testo dell'Agnello di Dio ha una forma litanica e quindi va cantata alternando il solo con tutti. Nel nostro caso vogliamo seguire le indicazioni dello spartito qui allegato che è poi quella suggerita dall'autore.

La prima parte ovvero "Agnello di Dio che togli i peccandi del mondo", verrà cantata da un solista o dal solo coro (preferibilmente le sole voci maschili), mentre l'assemblea risponderà con "abbi pietà di noi".

Nella parte finale seguendo sempre le indicazioni dello spartito che trovate in fondo a questa pagina, il coro può dividersi in tre voci dispari così da chiudure il canto con un crescendo.

Anche se all'inizio dello spartito, non vi è nessuna indicazione precisa sulla velocità del tempo tranne che per la scritta "lento" piuttosto generica, è assai difficile trovare spartiti completi di informazioni esecutive; e anche se in questo caso siamo stati abbastanza fortunati ci sembra un grande errore non trascrivere anche l'accompagnamento per organo limitandosi alle sigle degli accordi.
Flauto
Il canto è preceduto da una introduzione orchestrale che possiamo affidare ad uno strumento a fiato come per esempio un flauto traverso la cui partitura è disponibile in fondo a questa pagina.
Un bravo flautista volendo può intervenire con qualche nota specie nei momenti di assenza di canto.
Tastiera
L'autore ha inserito nel suo arrangiamento anche una tastiera con registro di piano e ne consiglia l'utilizzo dove ciò sia possibile.
Il pianoforte suonerà per l'intero brano sin dalla sua introduzione.
In mancanza di partitura, vi suggeriamo un accompagnamento in quarti per le prime due strofe e un accompagnamento in ottavi per l'ultima strofa conclusiva.
Chitarra
La chitarra certamente in questo accompagnamento può avere un ruolo importante specie per l'assemblea come guida della velocità del tempo del brano tramite un arpeggio da eseguire dall'inizio sino alla fine seguendo lo spartito "Agnello di Dio accordi" che trovate in fondo alla pagina nella scheda "Risorse utili".
Organo
E' e deve rappresentare sempre lo strumento principe per accompagnare i nostri . Si tratta di una forma di accompagnamento piuttosto facile anche se non abbiamo nessuna indicazione nello spartito a parte le sigle degli accordi.

Organo
In assenza di partitura per organo, suggeriamo di utilizzare gli accordi scritti nella partitura con un accompagnamento ad accordi tenuti. Attenzione, le sigle degli accordi possono presentarsi in due forme:
1° caso = Sol


2° caso = Sol
..............
Re
Nel primo caso durante l'accompagnamento suoneremo l'accordo di Sol con la mano destra e il suo basso di riferimento Sol con la mano sinistra. Nel secondo caso la mano sinistra al di là dell'accordo presente in partitura, suonerà il basso evidenziato sotto la sottolineatura dell'accordo stesso che nostro secondo esempio è la nota Re.

  • Agnello di Dio (Celebrazione eucaristica)

  • Celebrazioni penitenziali

  • Esposizione dell'Eucarestia

  • Giornata della pace

titolo: Agnello di Dio
testo: dalla liturgia
musica:
Francesco Buttazzo
------------------------------
tratto da:
Vita nuova con te
edito da:
Edizioni paoline
anno:
1995

Per un uso didattico e pastorale,  ascolta il video canto qui proposto, potrai far conoscere e insegnare il canto al coro e all'assemblea.
Agnello di Dio testo

Agnello di Dio accordi

Agnello di Dio midi

Agnello di Dio kar

Agnello di Dio spartito

Iscriviti alla Newsletter e sarai aggiornato in tempo reale sui nuovi contenuti inseriti in questo sito.


Strumenti Musicali
Organo liturgico

Ecco una serie di lezioni per imparare a suonare l'organo liturgico.
Chitarra
Metodo per suonare la chitarra in Chiesa.

Ricerca personalizzata

Ricerca all'interno del sito

Digita il titolo
o parte del titolo di un canto o di un qualsiasi argomento da Ricercare all'interno del sito.

 
Cerca
© 2015 AnimazioneLiturgica.it | Cookie policy


Ricerca personalizzata
Torna ai contenuti | Torna al menu