Canti per Giovedì Santo - Animazione Liturgica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

REPERTORIO > ANNO "A" > SETTIMANA SANTA

Canti per il Giovedì Santo

Nella memoria dell’ultima cena di Cristo con i suoi discepoli, prologo del Triduo del Signore crocifisso, sepolto e risorto, la Chiesa è invitata a cogliere con animo stupito la sua origine nel dono nuziale che Cristo fa di sé. La celebrazione eucaristica di questa sera raccoglie i grandi “misteri” dell’istituzione dell’Eucaristia e del sacerdozio e il dono del comandamento nuovo dell’amore fraterno. È una celebrazione unica dell’anno liturgico, che domanda alcune attenzioni particolari. La Lavanda dei piedi non deve configurarsi come una sorta di drammatizzazione del racconto evangelico e tanto meno deve ridursi a un mero esteriore che non incide nelle coscienze.

Il Messale offre indicazioni precise circa i canti che accompagnano questo momento. Oltre il prefazio, si potrebbe valorizzare con il canto il racconto dell’istituzione dell’Eucaristia (Messale Romano, pp. 1072-1075 e 1116-1119): è l’inserzione anamnetica all’interno della grande preghiera che riallaccia l’agire della Chiesa alle parole e i gesti di Cristo e alla sua volontà che tali parole e gesti fossero ripetuti quale sua memoria.

Proposta di canti liturgici per il Giovedì Santo

Uso Liturgico

Spartito - accordi
per Chitarra

Spartito
per Organo

Audio
per l'ascolto

Ingresso

Albero di Vita
(Farruggio / Galliano)

Albero di Vita
(Farruggio / Galliano)

.

Salmo

Il tuo calice Signore - Accordi - Frisina

.

Lavanda dei piedi

Questo è il mio comandamento - Accordi -Frisina

.

Offertorio

.

Comunione

Pane di vita nuova
(Frisina)

.

Reposizione

Canta o lingua il glorioso mistero - (Frisina)

.

 
Cerca
© 2015 AnimazioneLiturgica.it | Cookie policy


Ricerca personalizzata
Torna ai contenuti | Torna al menu