Mercoledì delle Ceneri - Animazione Liturgica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CELEBRARE > I Riti

Il Mercoledì delle Ceneri 2014

segno di croce su un bambino per il mercoledì delle ceneri

Con il Mercoledì delle Ceneri, il 5 marzo per il 2014, comincia il primo giorno di Quaresima nel calendario liturgico cristiano. Questa festività si celebra 46 giorni prima di Pasqua , e quindi può cadere nei giorni che vanno dal 4 febbraio fino al 10 marzo. Secondo i vangeli di Matteo , Marco e Luca , Gesù trascorse 40 giorni di digiuno nel deserto, dove ha subito la tentazione di Satana.

Il Mercoledì delle Ceneri segna l'inizio di questo periodo liturgico di 40 giorni di preghiera, digiuno e astinenza. Dei 46 giorni fino a Pasqua, sei giorni sono le domeniche. Come il sabato cristiano, le domeniche non sono inclusi nel periodo di digiuno ma sono giorni di "festa" anche se ci troviamo in Quaresima.
Il nome Mercoledì delle Ceneri,  deriva dalla pratica di collocare le ceneri sulla fronte dei fedeli come ricordo della mortalità umana, e come segno di lutto e penitenza verso Dio. Le ceneri utilizzate sono in genere il risultato della combustione delle palme conservate nell'anno precedente durante il giorno della Domenica delle Palme.

Il Rito delle sacre Ceneri

Durante le messe in questo giorno, le ceneri sono imposte sulla fronte dei fedeli. Il sacerdote, ministro, o in alcuni casi un laico, segna la fronte di ciascun fedele con le ceneri disegnando una croce che il fedele conserva fino a che non svanisce. L'atto riecheggia l'antica tradizione orientale di porre le ceneri sulla testa del fedele per indicare il pentimento davanti a Dio (come riferito nella Bibbia). Il sacerdote o il ministro durante l'imposizione delle ceneri dice una o entrambe le seguenti frasi:

Rito del mercoledì delle Ceneri

Ricordati che tu sei polvere, e in polvere ritornerai. (Genesi 3:19)
Convertitevi e credete al Vangelo. (Marco 01:15)

L'imposizione delle sacre ceneri è un sacramentale, ma non è un sacramento. Cioè sono segni che ci preparano al sacramento. Le ceneri sono benedette secondo i vari riti propri di ogni tradizione liturgica, a volte comporta l'uso di Acqua Santa. In alcune chiese,  le ceneri vengono mescolati con una piccola quantità di acqua o olio d'oliva, che servono come fissativo. Nella maggior parte delle liturgie per il Mercoledì delle Ceneri, vengono letti i salmi penitenziali, il  Salmo 51 è particolarmente associato a questo giorno.

Nella Chiesa cattolica, il Mercoledì delle Ceneri si osserva il digiuno,  l'astinenza dalla carne, e il pentimento. Anche gli anglicani designano questo giorno come digiuno. Nel periodo medievale, il Mercoled\'ec delle Ceneri era il giorno dell'anno della confessione penitenziale ma prima occorreva avere digiunato e corrisposto la decima. Nelle altre religioni l'obiettivo principale è il pentimento. Sia per il Mercoledì delle Ceneri che per il Venerdì Santo, i cattolici di età compresa tra 18 e 59 anni (la cui salute permette loro di farlo) è permesso consumare un solo pasto principale, che può essere completato da due piccoli pasti, che insieme non devono superare un pasto completo. Alcuni cattolici possono andare al di là degli obblighi minimi richiesti dalla Chiesa fino ad arrivare a un digiuno completo o solo pane e acqua. Il Mercoledì delle Ceneri e il Venerdì Santo sono giorni di astinenza dalla carne (mammiferi e uccelli), come lo sono tutti i venerdì di Quaresima.  Alcuni cattolici continuano a digiunare per tutta la Quaresima, come era nella tradizione della Chiesa e si conclude con la Veglia Pasquale.

Significato biblico

Significato biblico delle ceneri

Le ceneri sono state utilizzate nei tempi antichi per esprimere il lutto. Coprire se stessi con le ceneri era il modo del penitente di esprimere il dolore per i propri peccati e difetti. Un esempio di questo lo troviamo in Giobbe 42:3-6 . Giobbe dice a Dio: " Chi è colui che, senza aver scienza..., Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono. Perciò mi ricredo e ne provo pentimento sopra polvere e cenere." Il profeta Geremia, per esempio, chiede il pentimento in questo modo: "Figlia del mio popolo, vèstiti di sacco e ròtolati nella polvere." ( Ger 6:26 )

Il profeta Daniele si racconta in questo modo: "Mi rivolsi al Signore Dio per pregarlo e supplicarlo con il digiuno, veste di sacco e cenere" ( Daniele 9:03 ). Appena prima del periodo del Nuovo Testamento, i Maccabei, ribelli che combattevano per l'indipendenza ebraica, si preparavano per per la battaglia con le ceneri: "In quel giorno digiunarono e si vestirono di sacco, si sparsero la cenere sul capo e si stracciarono le vesti." ( 1 Maccabei 03:47 , vedi anche 4:39 ).
Altri esempi si trovano in diversi altri libri della Bibbia, tra cui, Numeri 19:09, 19:17, Giona 3:06 , Matteo 11:21, Luca 10:13 ed Ebrei 9:13. Ezechiele 9 parla di un uomo vestito di lino, con una borsa da scriba al fianco  che segna la fronte degli abitanti della città che sono nel dolore per i peccati del popolo. Esso segna l'inizio di un periodo di 43 giorni che allude al ritiro di Gesù nel deserto per digiunare e pregare. Durante questo periodo è stato tentato dal demonio. Matteo 4:1-11 , Marco 1:12-13 , e Luca 4:1-13 . Il termine 40 giorni di pentimento è analogo ai 40 giorni durante i quali Mosè si pentì e digiunò in risposta al "vitello d'oro". Oggi gli Ebrei seguono un periodo di 40 giorni di pentimento.

Chiese Cristiane dove si celebra il Mercoledì delle Ceneri

Qui a fianco elenchiamo alcune chiese cristiane che ricordano con una particolare liturgia il giorno del Mercoledì delle Ceneri.

La Chiesa ortodossa comincia la quaresima con il Lunedì. Ci sono tuttavia, un numero relativamente piccolo di cristiani ortodossi che seguono il rito occidentale del Mercoledì delle Ceneri, anche se spesso in un giorno diverso poichè la data è determinata dal calcolo ortodosso della Pasqua.

Le Date dei prossimi anni

2014 - 5 marzo
2015 - 18 febbraio
2016 - 10 febbraio
2017 - 1 marzo
2018 - 14 Febbraio
2019 - 6 marzo
2020 - 26 febbraio
2021 - 17 febbraio
2022 - 2 marzo
2023 - 22 febbraio

Il Mercoledì delle Ceneri è una festa mobile, e si verifica 46 giorni prima di Pasqua. Nei prossimi anni  si verificherà nelle date visualizzate qui a sinistra.

Il primo giorno in cui può cadere il Mercoledì delle Ceneri è il 4 febbraio con la Pasqua il 22 marzo, avvenuta nel 1573, 1668, 1761 e 1818, il prossimo si verificherà nel 2285. L'ultima data possibile è il  10 marzo (quando il giorno di Pasqua cade il 25 aprile) che si è verificato nel 1546, 1641, 1736, 1886 e nel 1943 e il prossimo si verificherà nel 2038. Non abbiamo mai avuto un Mercoledì delle Ceneri il 29 febbraio, e non si verificherà fino al 2096. Gli unici altri anni del terzo millennio, in cui cadrà il Mercoledì delle Ceneri il 29 febbraio sono 2468, 2688, 2840 e 2992. Concludiamo dicendo che il Mercoledì delle Ceneri cade il 29 febbraio solo se la Pasqua è il 15 aprile in un anno bisestile.

Il Mercoledì delle Ceneri degli Artisti

Paul Claudel scrittore cattolico e diplomatico, dopo la seconda guerra mondiale fondò a Parigi il Mercoledì delle Ceneri dell'artista creando di fatto un momento di incontro tra Chiesa e arte, e da allora ogni anno, questa ricorrenza si svolge in oltre 100 città.

Nel 1926, a Parigi la chiesa parrocchiale di Saint-Germain l'Auxerrois ha celebrato una Messa per tutti gli artisti defunti. Anche Il cardinale Josef Frings è sensibile a questo evento celebrandola nel 1950 a Colonia. Così è la volta di Monaco di Baviera che ha celebrato questa liturgia con tutti gli artisti della Arcidiocesi di Monaco e Frisinga. In tutto il mondo oggi vi avvengono le celebrazioni del Mercoledì delle Ceneri degli artisti in oltre 100 città. In alcune realtà, dopo aver celebrato la liturgia delle ceneri gli artisti iniziano con i loro vescovi 40 giorni del periodo di digiuno. In questa occasione si raccoglie del denaro per gli artisti bisognosi.

Video Canto

Risorse Utili

Qui a fianco una versione forse meno liturgica e più moderna, ma comunque interessante dal punto di vista esecutivo del noto Salmo 50  adatto durante il rito delle imposizione delle ceneri.

Gli autori della musica di Purificami o Signore sono A. Martorell e J. Gelineau.

Animazione
Liturgica

 
Cerca
© 2015 AnimazioneLiturgica.it | Cookie policy


Ricerca personalizzata
Torna ai contenuti | Torna al menu