Amatevi fratelli: Canto con Testo, Spartito e Accordi per Chitarra - Animazione Liturgica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CANTI LITURGICI > COMUNIONE

Amatevi fratelli: Il Testo

Amatevi, fratelli, come io ho amato voi!
Avrete la mia gioia, che nessuno vi toglierà.
Avremo la sua gioia, che nessuno ci toglierà.

Vivete insieme uniti, come il Padre è unito a me!
Avrete la mia vita, se l'Amore sarà con voi!
Avremo la sua vita, se l'amore sarà con noi!

Vi dico queste parole perché abbiate in voi la gioia!
Sarete miei amici, se l'Amore sarà con voi!
Saremo suoi amici, se l'amore sarà con noi!

Cosa dice il Testo

Amatevi Fratelli Vangelo di Giovanni

S. Giovanni, il discepolo dell'amore intimo con Gesù, ci ha tramandato queste espressioni (cfr. Gv 15), ben collegate tra di loro dall'autore. Amore vicendevole, perchè lui per primo ci ha dato l'esempio. E questo amore ci procurerà una gioia sicura. Unione fraterna, specchio dell'unione tra Gesù e il Padre. Questo discorso sull'amore fraterno, Il Signore ce lo fa per assicurarci che ad esso è legato un bene indispensabile per la nostra esistenza umana: la felicità, anticipo della felicità perfetta che vivremo nell'altra vita, dove saremo definitivamente suoi amici.

Come Suonarlo

Consigli e Trucchi

Quanto all'accompagnamento, si può andare (a seconda del gruppo che si deve accompagnare) dalla semplice chitarra, al semplice organo, fino a più strumenti. La base ritmica delle percussioni può dare maggiore incisività di andamento al pezzo. Si potrebbero anche usare come preludio - interludio (fra una strofa e l'altra) le prime quattro misure della strofa, che, tra l'altro, servirebbero di <imbeccata> per chi deve cantare.

Chitarra

Come Cantarlo

Fare attenzione al testo; la stesura è tipicamente scomponibile: un solista propone la frase di Cristo, tutti fanno propria la parte finale della frase e rispondono. Cantare tutto tutti non avrebbe senso: non ci si può sdoppiare, cantando: sarete, saremo - avrete, avremo...
Un'altra soluzione potrebbe essere quella di riprendere tutti le sole parole di Cristo, senza risposta, e cantare tutte e tre le strofe, tralasciando ogni volta la risposta finale. Musicalmente starebbe in piedi anche così. Una difficoltà: forse il RE in quarta riga della chiave di SOL può essere altino per qualche gruppo. In tal caso è bene abbassare di un tono: viene così in tonalità altrettanto facile, ossia in FA invece che in SOL.
Per quale situazione
Ogni volta che c'è un contesto di amore fraterno. Particolarmente adatto il Giovedì Santo: canto dopo il Vangelo, alla lavanda dei piedi, alla comunione. Il testo, semplice, evangelico, è adatto per qualunque assemblea. Dato il carattere melodico - ritmico medio il canto è adatto sia per un'assemblea giovanile che per un'assemblea non più giovane. Si presta però maggiormente a un'esecuzione ritmicamente mossa, perciò per gente << scattante >>. G.M. Rossi.

Uso Liturgico

  • Giovedì Santo (lavanda dei piedi)


  • Comunione

Video Canto

 
Cerca
© 2015 AnimazioneLiturgica.it | Cookie policy


Ricerca personalizzata
Torna ai contenuti | Torna al menu