Soccorri i tuoi figli - Animazione Liturgica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CANTI LITURGICI > CANTI QUARESIMA

Soccorri i tuoi figli: il Testo

Il Testo

ritornello: (antifona)

Soccorri i tuoi figli:
Signore, li hai redenti col sangue prezioso.
Sia sempre con noi la tua misericordia:
in te noi speriamo.
Pietà di noi, Signore, pietà di noi.
Tu sei la nostra speranza, non resteremo confusi in eterno.

I Domenica di Quaresima
1 (anno A) «Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni
parola che esce dalla bocca di Dio».
2 (anno B) «Il Regno di Dio è vicino: convertitevi e
credete al Vangelo».
3 (anno C) «Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai, lui
solo adorerai».

II Domenica di Quaresima
1. (anno A-B-C) «Questo è il mio Figlio prediletto: in Lui mi sono compiaciuto. ascoltatelo!».
2. Manda la tua verità e la tua luce; siano esse a guidarmi, mi portino al tuo monte santo e alle tue dimore.
3. Verrò all’altare di Dio, al Dio della mia gioia e del mio giubilo.

(Qui le strofe delle altre domeniche)

Cosa dice il Testo

Il Tema (Articolo estratto da: www.chiesacattolica.it)  
Al versetto 13 del salmo 108 leggiamo “Nell’oppressione vieni in nostro aiuto, perché vana è la salvezza dell’uomo”. Dio ascolta la voce del povero che grida (Sal 34,7) e manda addirittura il Figlio suo a soccorrerlo. Un Figlio che dà tutto sé stesso, fino ad offrire il suo “sangue prezioso” (inno Te Deum). Ecco il tempo propizio per questo cammino, la Quaresima, tempo di penitenza e di conversione.  Con i suoi contenuti, che nella parte salmodica si presentano variabili in base ai vari momenti quaresimali (per tutte le domeniche dei tre cicli!), questo canto si offre come un eccellente sussidio, adatto a imprimere nell’animo con il canto, le verità bibliche strettamente legate a un cammino di conversione.

Come Cantarlo

La struttura   (Articolo estratto da: www.chiesacattolica.it)  

Musicalmente è steso in forma bipartita: un grande ritornello cantabile cui si aggiunge un recitativo salmodico. Il canto è chiaramente e specificatamente quaresimale; va però anche tenuto in considerazione nel caso di celebrazioni che richiamano espressamente gli aspetti di conversione, riconciliazione e misericordia del Padre verso di noi.


Quando e come utilizzarlo  
(Articolo estratto da: www.chiesacattolica.it)  


La sua collocazione rituale più pertinente è quella di canto di comunione. Il ritornello può essere eseguito da tutta l’assemblea come anche nella versione mottettistica con un coro polifonico. Il recitativo è affidato ad un solista, ma può essere supportato in diversi modi.  Relativamente alla un versione polifonica bisognerà prestare molta attenzione ad alcuni punti che potrebbero facilmente creare delle difficoltà tecniche.

Note Autore

Testo:
dal Te Deum

Musica:

F. Rainoldi

Fonti:
Elledici

Audio Canto

Ascolta il brano per imparare il canto.
 
Cerca
© 2015 AnimazioneLiturgica.it | Cookie policy


Ricerca personalizzata
Torna ai contenuti | Torna al menu