Nel Signore io ti do la pace - Animazione Liturgica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

CANTI LITURGICI > PACE

Nel Signore io ti do' la pace: Il Testo

Nel Signore io ti do' la pace. Pace a te, pace a te!
Nel Signore io ti do' la pace. Pace a te, pace a te!

Nel suo nome resteremo uniti. Pace a te, pace a te!
Nel suo nome resteremo uniti. Pace a te, pace a te!

E se anche non ci conosciamo. Pace a te, pace a te!
Lui conosce tutti i nostri cuori. Pace a te, pace a te!

Se il pensiero non è sempre unito. Pace a te pace a te
Siamo uniti nella stessa fede. Pace a te, pace a te!

Se il pensiero non è sempre unito; pace a te pace ate!
Siamo uniti nella stessa fede; pace a te, pace a te!

Nel Signore io ti dò la pace, pace a te, pace a te.

Lo scambio della pace nella liturgia eucaristica, è un rito molto bello e suggestivo. Nelle nostre liturgie, si manifesta con un gesto reciproco che può  essere un abbraccio, un bacio o una stretta di mano, coi fratelli prossimi a noi. Il pericolo che si corre nel banalizzare questo bel gesto, è l'automatismo (lo si fa perchè lo fanno gli altri)  che non esprime quasi nessun coinvolgimento  emozionale  e di comprensione  del suo vero significato. Questo rito in sintesi manifesta il dono della pace che Dio ci ha dato e ci dà con la sua vita e il testo del canto Nel Signore io ti d\'f2 la pace, sottolinea bene questo segno d'amore.

Cercate di cantare bene la frase "Pace a te" in quanto viene naturale fondere la "e" finale di "Pace" con la "a" di "a te". Quando si canta è opportuno scandire bene le parole ed evitare come in questo caso la fusione delle stesse penalizzandone la chiarezza a chi ascolta. Per maggiori chiarimenti vi rimandiamo all'ascolto del video qui presente. Intanto per chi vuole arricchire il canto con la voce aggiuntiva, può scaricare la  relativa partitura della seconda voce.

Siamo in presenza di un canto con un testo fatto di sole strofe, dove la melodia contribuisce comunque a diversificare la prima parte della strofa rispetto alla seconda strofa lavorando sulle note  alte e basse della melodia.

Cantare pace a te, tutti insieme dall'inizio sino alla fine può risultare monotono e poco comprensibile, quindi la variante che vi suggeriamo consiste nell'affidare la prima parte della strofa "Nel Signore io ti dò la pace" ad un solista o al massimo ad un gruppetto di due o tre persone, e la risposta "pace a te pace a te" al coro e all'assemblea.

Volendo, successivamente, come completamento del canto pace a te, si può aggiungere una seconda voce che data l'altezza delle note è più adatta alle voci maschili,  in particolare ai tenori. Questa seconda voce si aggiungerà al coro e all'assemblea in risposta al solista cantando la frase "pace a te" come abbiamo detto su.  Anche in questo canto vogliamo farvi un regalo, mettendovi a disposizione la partitura per la sua realizzazione.

Ascoltando la registrazione di cui siamo in possesso, notiamo che l'arrangiamento ha un sapore festoso che ricorda un pò il country americano. Se trattandosi di canto gioioso da un lato dobbiamo creare musicalmente un ritmo allegro, dall'altro non dobbiamo forzare troppo la mano con strumenti e ritmiche varie: ricordiamoci che parliamo sempre di .
Il canto comincia con una breve introduzione (vedi partitura allegata in fondo a questa pagina), che prepara il solista ad intonare la prima parte del canto.  Il canto prosegue nello stesso modo senza intermezzi musicali per tutta la sua durata.

Organo
Anche in questo caso dobbiamo accontentarci delle sigle degli accordi per accompagnare questo canto. Data la velocità del brano e affidando alla chitarra la giusta ritmica, l'organista può limitare il suo ruolo di accompagnamento alla esecuzione di accordi tenuti a parte l'introduzione iniziale su cui dovrà eseguire anche la melodia introduttiva.

Chitarra

Nel canto "nel Signore io ti dò la pace", la chitarra ha un ruolo fondamentale se vogliamo dare una connotazione ritmica più vicina possibile a quella originale. Una delle possibilità ve la offriamo noi con il ritmo per chitarra che trovate qui a fianco con le spiegazioni per realizzarlo. Consigliamo l'attacco della chitarra a partire dalla quarta battuta in poi tenendo conto nel conteggio ovviamente anche le battute dell'introduzione.
Una chitarra ritmica è da preferire ad una chitarra classica, quest'ultima infatti è meglio utilizzarla in presenza di accompagnamenti leggeri come per esempio gli arpeggi.

Quello che vi proponiamo è il ritmo della chitarra necessario ad accompagnare  Pace a te.


Fig. A


Attenzione a dare la giusta durata ad ogni pennata. In tal senso ricordiamo che se l'intera battuta vale 4 come numero intero, le pennate in giù valgono 0,75 e quelle in su valgono 0,25. La somma di tutte le pennate deve dare sempre 4.  Quindi le pennate in levare hanno una durata che equivale ad un terzo del valore delle pennate in battere.

Legenda
^ = pennata in giù
V = pennata in sù
> = pennata accentuata

  • Scambio della pace (liturgia eucaristica)

  • Giornata della pace

  • In tutti quei contesti in cui il tema è la pace

titolo: Pace a te, pace a te
testo: A. Costa - S. Varnavà
musica:
S. Varnavà
------------------------------
tratto da:
E se anche non ci conosciamo ...
edito da:
Rugginenti editore
anno:
1974

Per un uso didattico e pastorale, ascolta il video canto qui proposto, potrai far  conoscere  e insegnare il canto al coro e all'assemblea.

Iscriviti alla Newsletter e sarai aggiornato in tempo reale sui nuovi contenuti inseriti in questo sito.


Strumenti Musicali
Organo liturgico

Ecco una serie di lezioni per imparare a suonare l'organo liturgico.
Chitarra
Metodo per suonare la chitarra in Chiesa.

Ricerca personalizzata

Ricerca all'interno del sito

Digita il titolo
o parte del titolo di un canto o di un qualsiasi argomento da Ricercare all'interno del sito.

 
Cerca
© 2015 AnimazioneLiturgica.it | Cookie policy


Ricerca personalizzata
Torna ai contenuti | Torna al menu